Archive for tag: vita

Riccardo e Barbara oggi sposi. Nozze originali e, soprattutto, solidali

scritto da Laura Badaracchi il 12/02/2016 in vita, casa famiglia, famiglia, Matrimonio, nozze, donazioni, solidale, progetti, sposi | lascia un commento

riccardo e Barbara2Oggi Riccardo e Barbara si sposano. Un matrimonio originale e, soprattutto, solidale. Lui, giornalista 47enne, vive nella casa famiglia “Oasi della Divina Provvidenza” a Pedara (Catania), che accoglie oltre 70 persone in difficoltà: povere, disabili fisicamente o psichicamente, disoccupate, agli arresti domiciliari e con altri problemi. Lei, architetto 45enne di Ragusa, ha deciso di condividere questa scelta di vita. Riccardo Rossi e Barbara Occhipinti non sono due alieni o due cattolici esaltati, anzi: sono due persone molto concrete: «Un sogno quando è condiviso è già a metà dell’opera. Io e la mia futura sposa Barbara vogliamo aiutare chi nella nostra società è lasciato indietro. Lei ha mollato lavoro e casa per seguirmi nella comunità dove vivo e opero. Abbiamo scelto di celebrare un matrimonio in povertà e di regalare la lista nozze alla casa famiglia dove abbiamo scelto di vivere e assistere la gente accolta», riassume Riccardo.

...
Leggi tutto

Se il voto di povertà si annacqua: proposta alle suore per liberarsi del superfluo

scritto da Laura Badaracchi il 08/10/2015 in migranti, povertà, solidarietà, poveri, preti, suore, sobrietà, vita religiosa, voto, noviziato, beneficenza, missioni, seminaristi, superfluo | lascia un commento

Sobrietà, povertà, essenzialità: nella vita religiosa non sono un vezzo sinistrorso o una moda passeggera, ma un voto professato. Il voto di povertà, appunto. Che viene rosicchiato dalla quotidianità, se manca l’attenzione necessaria, e scivola nella comodità. In uno stile di vita che tende all’accumulo invece che alla donazione di sé e delle proprie cose. Invece della spoliazione, la vestizione: troppi cambi d’abito, troppi oggetti di cui si può fare a meno, troppo di tutto, in una voracità compulsiva senza fine.

È un rischio che corrono anche i laici, per carità. Ma ho davanti agli occhi esempi di suore quasi scarnificate dalla loro povertà, perché non dettata dal rigorismo ma da una oblazione autentica di loro stesse che risplendeva per femminilità e maternità spirituale, e al contrario testimonianze negative di coloro (preti, suore, religiosi, seminaristi) che si lasciano appesantire dalla zavorra, fino a dimenticare il senso profondo della ...

Leggi tutto

Cura del creato: se per i cristiani la coscienza civica si ferma… al cassonetto

scritto da Laura Badaracchi il 31/08/2015 in Papa Francesco, Bergoglio, diocesi, creato, natura, bene comune, enciclica, Laudato si', peccato, confessione, Rete interdiocesana nuovi stili di vita | lascia un commento

creato2Lo confesso: non ho ancora letto per intero l’enciclica Laudato si’ di papa Francesco. Ma concordo con lui di default. Soprattutto con il fatto che bisogna vivere in prima persona quello che si professa per fede. Allora la tutela del creato e l’abbraccio agli esseri viventi, tutti, diventano una faccenda complicata, un argomento che ti mette all’angolo e implica scelte quotidiane, centellinate.

...
Leggi tutto

Quella Madonna contemporanea nascosta nella folla di una stazione

scritto da Laura Badaracchi il 17/03/2015 in vita, fede, volontariato, associazione, figli, ecclesialese, mamma, madre, umanità, Madonna, coppia, croce | lascia un commento

Mai fidarsi delle apparenze. Mai giudicare qualcuno dalla prima impressione, dallo sguardo veloce e presuntuoso di chi pensa intuitivamente e si lascia tradire da una presunta esperienza in fatto di varia umanità. Occorre uno slancio profetico, uno spirito di discernimento, direi in linguaggio ecclesialese. Basta avere pazienza, riflettere e dare tempo all’altro di svelarsi, di deporre la iniziale ritrosia di fronte a una persona sconosciuta. O forse non basta. Umanità e “mestiere” giornalistico non possono bastare per riconoscere una Madonna di oggi, confusa tra migliaia e migliaia di altre persone alla stazione Termini. Sai in grandi linee cosa le è successo: due anni e mezzo fa ha perso una figlia di tre anni per una grave malattia incurabile. Poi, ti confiderà, non è riuscita ad avere altri figli. Quasi scompare nel suo cappottino chiaro, dietro i suoi occhiali grandi, il viso minuto. “Il dolore non passa mai, impari che dovrai conviverci ...

Leggi tutto

Gli obiettori di coscienza “a parole” e il sostegno quotidiano alle madri

scritto da Laura Badaracchi il 26/06/2014 in Valori, vita, morte, casa famiglia, associazione Mago merlino, associazione, onlus, associazione Il fiordaliso, obiezione di coscienza, famiglia, gravidanza | lascia un commento

fiordaliso 1Quando si parla di vita e di morte, inevitabilmente si entra in un “campo minato” e delicatissimo, rischiando facili scivoloni nell’ideologia di parte. In levate di scudi e proclamazione di “valori non negoziabili”, espressione che non piace a papa Francesco e neppure al nuovo segretario della Conferenza episcopale italiana, don Nunzio Galantino. Perché i valori sono valori e basta. Così, invece dell’espressione “difesa della vita”, vorrei citare alcuni esempi di chi l’esistenza dei nascituri la promuove nella concretezza della quotidianità, non solo a parole. “Sporcandosi le mani”, come diceva don Luigi Di Liegro, profetico direttore della Caritas romana morto nel ’97.

Anni fa rimasi molto colpita quando un’operatrice della Caritas mi raccontò che signore cattoliche praticanti non avevano esitato a licenziare la loro collaboratrice domestica fissa o la cosiddetta “badante” quando era rimasta incinta. Un caso che non sembrava essere infrequente. Queste donne (spesso migranti) si ritrovavano così ...

Leggi tutto