Archive for tag: sacerdote

Un prete settantenne, una bambina di 10 anni e il silenzio colpevole di molti

scritto da Laura Badaracchi il 29/07/2018 in Chiesa, famiglia, Bambini, sacerdote, prete, pedofilia, prete pedofilo, don Paolo Glaentzer, bambina, abusato | lascia un commento

paolo1

Non riesco proprio a tacere su don Paolo Glaentzer, 70 anni, che ha abusato di una bambina di 10 anni già seguita dai servizi sociali: la conosceva dalla nascita, frequentava la sua famiglia problematica, i genitori acconsentivano a giri in macchina con il prete (ma come si fa?), lui ha parlato di "rapporto affettivo" e di lei che "prendeva l'iniziativa", del diavolo "che ci ha messo lo zampino" e "gli ha fatto uno sgambetto".

Mi faccio tante domande: quante altre prima di lei? Perché un pedofilo è recidivo e una persona che fa queste affermazioni alla sua età non può non aver lanciato segnali. E poi: possibile che nessuno si sia accorto di nulla in questi anni? Nessun formatore, nessun parrocchiano, nessun vescovo, nessun confratello prete? Leggo che è stato monaco benedettino per circa 20 anni in Germania, poi è passato da una diocesi ...

Leggi tutto

Riflessioni notturne di un prete che vive nei luoghi del sisma

scritto da Laura Badaracchi il 25/09/2016 in fede, parroco, Terremoto, misericordia, Giubileo, sisma, 24 agosto, sacerdote, prete, don Fabio Gammarrota | lascia un commento

Pubblico una mail ricevuta da don Fabio Gammarrota, parroco a Posta e Cittareale (Rieti), a pochi chilometri da Amatrice. Sta vivendo sulla sua pelle, accanto alla sua gente, gli esiti del terremoto del 24 agosto scorso. Ha scritto questo messaggio nelle prime ore del 20 settembre scorso.

donFabio1

Cara Laura sono le 02:10 e ti scrivo...il mio riposo notturno, fortemente segnato è pressoché ridotto a qualche ora,  anche oggi - come spesso da un po di tempo - è stato interrotto da due scosse, forti, ondulatorie - pare 4.1 e 3.7, dicono siano quelle di assestamento - sarà, per me hanno il sapore indescrivibile della polvere e l'odore che ora, come allora, si rifà sentire forte e acre, ti buca lo stomaco e ti riporta per mano a scenari di morte. Il respiro si è fatto silenzioso, nulla deve distrarmi dal cogliere ogni rumore o ...

Leggi tutto