Archive for tag: famiglie

Distratti da Clooney, non vogliamo ascoltare le coppie “sbagliate”

scritto da Laura Badaracchi il 01/10/2014 in Chiesa, famiglie, George Clooney, Matrimonio, Divorzio, Separazioni | lascia un commento

retrouvaille 1Ci sono isole di dolore che nessuno vuole vedere. Meglio sintonizzarsi sulla diretta delle nozze di George Clooney (saranno animate da un vero sentimento o da interessi reciproci, mi chiedo?) o sui gossip del momento. In cui è finito anche il Sinodo per la famiglia, che partirà il 5 ottobre ed è stato travolto da polemiche ben prima di cominciare.

Ho studiato teologia alla Gregoriana ma non sono una teologa. Però oso dire che il problema della comunione ai divorziati non mi sembra essere quello più urgente. Piuttosto, mi sembra un problema la mancata accoglienza delle comunità ecclesiali verso fratelli e sorelle che soffrono per il fallimento del loro progetto di vita a due, per lo sballottamento dei figli. Oppure che “resistono” in matrimoni ormai di facciata, dove si rimane insieme per convenienza economica o per amore della prole o per mille altri motivi, ma si è estranei ...

Leggi tutto

Volontari anonimi e pure disorganizzati. Ma funzionano e non vanno in ferie

scritto da Laura Badaracchi il 19/07/2014 in Papa Francesco, migranti, solidarietà, famiglie, vocazione, volontari, Stazione Termini, Piccole Suore Missionarie della carità, case, homeless, sbarchi | lascia un commento

Gli sbarchi dei migranti non vanno in vacanza. Lo sanno bene a Palermo gli “anonimi” volontari della Caritas che si impegnano a fianco di persone che non hanno mai visto prima. Si conoscono in circostanze drammatiche, difficili. Arrivano dove le istituzioni non riescono ad arrivare. Hanno motivazioni e umanità, mescolati ai loro limiti. Con l’aiuto della Caritas palermitana possiamo scoprire le storie e i volti di due fra loro, fra i tanti che si rimboccano gratis le maniche. Chi glielo fa fare? «Non pensavo di riuscire a essere così utile per queste persone e tutto questo mi dà una grande gioia. Ho cinque figli e guardo questi ragazzi come se fossero i miei figli. Loro mi chiamano “papà Africa”, perché mi vedono più grande e hanno bisogno soprattutto di ricevere calore e fiducia», racconta commosso Salvatore Lupo: 65 anni, pensionato, ex ferroviere, residente nel quartiere popolare di Falsomiele. E aggiunge: «Questo ...

Leggi tutto