Francesca la conosco da tanti anni. Siamo quasi coetanee ed eravamo nella stessa parrocchia. Lei da qualche tempo ha perso il lavoro, ma continua a fare volontariato. Vorrei raccontare la sua storia, anzi lasciare a lei la parola, perché una persona quando perde il lavoro potrebbe pensare solo a se stessa, a cercarne un altro, a recriminare e a deprimersi. Invece lei, nonostante le difficoltà, a 50 anni, si è rimessa a studiare e sta sì provando a trovare una nuova occupazione, vive con i genitori perché altrimenti non potrebbe mantenersi, ma si dedica anche a un gruppo di ragazzi e ad altre attività parrocchiali. Potrebbe mettersi nella fila di quelli che hanno bisogno di aiuto, invece tende la mano e fa quello che può. Non è eroica, prova a vivere la sua fede con tutti i limiti. È una di quelle storie nascoste di quotidiana donazione, di cui non si ...