Archive for tag: Giubileo

Riflessioni notturne di un prete che vive nei luoghi del sisma

scritto da Laura Badaracchi il 25/09/2016 in fede, parroco, Terremoto, misericordia, Giubileo, sisma, 24 agosto, sacerdote, prete, don Fabio Gammarrota | lascia un commento

Pubblico una mail ricevuta da don Fabio Gammarrota, parroco a Posta e Cittareale (Rieti), a pochi chilometri da Amatrice. Sta vivendo sulla sua pelle, accanto alla sua gente, gli esiti del terremoto del 24 agosto scorso. Ha scritto questo messaggio nelle prime ore del 20 settembre scorso.

donFabio1

Cara Laura sono le 02:10 e ti scrivo...il mio riposo notturno, fortemente segnato è pressoché ridotto a qualche ora,  anche oggi - come spesso da un po di tempo - è stato interrotto da due scosse, forti, ondulatorie - pare 4.1 e 3.7, dicono siano quelle di assestamento - sarà, per me hanno il sapore indescrivibile della polvere e l'odore che ora, come allora, si rifà sentire forte e acre, ti buca lo stomaco e ti riporta per mano a scenari di morte. Il respiro si è fatto silenzioso, nulla deve distrarmi dal cogliere ogni rumore o ...

Leggi tutto

Questo Giubileo “polverizzato” è la mossa più audace di papa Francesco

scritto da Laura Badaracchi il 14/12/2015 in Papa Francesco, misericordia, Giubileo | lascia un commento

I suoi detrattori lo accusano di attrarre i riflettori mediatici solo su di sé, di volere una chiesa "francescocentrica". Ma con l'inflazione di aperture di porte sante, proprio in ogni dove, l'attenzione viene parcellizzata nelle diocesi sparse nel mondo. Ed è quello, penso, l'obiettivo di papa Bergoglio: inculcare il concetto di "aprire le porte" in modo fisico, non solo metafisico, in tutti i cattolici, a partire dai loro pastori. Vescovi, arcivescovi, cardinali, tutti a rimboccarsi le maniche per spingere ante arrugginite o pesanti o anche nuove di zecca ma pur sempre da spalancare. Spero non sia un semplice restyling dovuto a fabbri e falegnami, che hanno lavorato di buona lena in vista dell'evento. Spero che il segno dei battenti che si schiudono non resti metafora biblica ma diventi stile quotidiano di vita. In questo allenamento fisico alla spinta in avanti di braccia e mani può associarsi una ginnastica spirituale che crea slanci verso rapporti più umani e solidali. Questo ...
Leggi tutto

Verso il Giubileo/4. Aggiungi un posto a tavola, anche quando non è facile...

scritto da Laura Badaracchi il 04/12/2015 in Chiesa, Papa Francesco, solidarietà, Natale, Giubileo | lascia un commento

Mancano solo quattro giorni all’inizio ufficiale del Giubileo della misericordia, con l’apertura della Porta santa della basilica petrina.Con un'eccellente anticipazione nella cattedrale di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, domenica 29 novembre.

A questo papa Francesco piace proprio spalancare le porte, sante o no che siano. E mentre impazzano in tv i jingle sul Natale consumistico, i credenti sono chiamati ad aprire le proprie porte di casa, ognuno nel proprio piccolo. E non solo perché comincia l’Anno santo o perché le festività natalizie si avvicinano.

Quello di aprire le porte di casa e delle parrocchie, non solo in senso figurato, dovrebbe essere uno “sport” praticato fra i cattolici. Come quello di aggiungere un posto a tavola, non solo a Natale. Perché miriadi di associazioni – non proprio miriadi, forse, ma diverse – propongono pranzi di Natale solidali a cui contribuire con generi alimentari o come volontari. Diffusa ...

Leggi tutto

Verso il Giubileo/1. Abbattere le barriere (anche linguistiche) delle parrocchie

scritto da Laura Badaracchi il 14/10/2015 in migranti, disabili, Lourdes, misericordia, Giubileo, barriere, sordi, miracolo | lascia un commento

barriereMancano due mesi scarsi all’inizio del Giubileo della misericordia. E resta ancora molto da fare perché le comunità ecclesiali siano davvero inclusive, accoglienti, con le braccia aperte. Capaci di offrire pari opportunità di accesso a tutti i credenti, compresi quelli con disabilità. Occorre rimboccarsi le maniche, oltre che le menti e i cuori, e darci dentro anche con mattoni, calce e cazzuola.

Sì, perché ancora molte parrocchie e chiese d’Italia non sono provviste di scivoli per le sedie a ruote, o ascensori o pedane, che possano consentire l’ingresso “universale” alla Messa della domenica, per esempio. Anche ai passeggini e alle carrozzine dei neonati, così a chi porta le stampelle o un tutore per un incidente.

Che dire, poi, delle Messe segnate per i sordi? Ancora poche, pochissime. La Lis è parlata da pochi sacerdoti, suore e operatori pastorali in grado di tradurre il “parlato” in ...

Leggi tutto