Archive for tag: Bergoglio

Cura del creato: se per i cristiani la coscienza civica si ferma… al cassonetto

scritto da Laura Badaracchi il 31/08/2015 in Papa Francesco, Bergoglio, diocesi, creato, natura, bene comune, enciclica, Laudato si', peccato, confessione, Rete interdiocesana nuovi stili di vita | lascia un commento

creato2Lo confesso: non ho ancora letto per intero l’enciclica Laudato si’ di papa Francesco. Ma concordo con lui di default. Soprattutto con il fatto che bisogna vivere in prima persona quello che si professa per fede. Allora la tutela del creato e l’abbraccio agli esseri viventi, tutti, diventano una faccenda complicata, un argomento che ti mette all’angolo e implica scelte quotidiane, centellinate.

...
Leggi tutto

Francesco e lo stile curiale polverizzato. Ma ora non facciamone un santino

scritto da Laura Badaracchi il 12/03/2015 in Papa Francesco, papa Bergoglio, Assisi, Francesco, pace, papa, poveri, vicinanza, giustizia, pontefice, misericordia | lascia un commento

Mancano poche ore al 13 marzo. Due anni fa il papa argentino, venuto «quasi dalla fine del mondo», è stato eletto come successore di Pietro, salutando la folla radunata in piazza San Pietro con un inedito «Fratelli e sorelle, buonasera!». Il primo gesuita, il primo latinoamericano e non europeo nella storia bimillenaria della Chiesa, il primo a scegliere di chiamarsi come il poverello di Assisi, il santo patrono d’Italia. In questi giorni per ricordare l’evento verranno spesi fiumi d’inchiostro e servizi televisivi a iosa. Una profusione mediatica a volontà. Che rischia di spostare l'attenzione sul "personaggio" più che sul "messaggio" che non smette di annunciare con la propria esistenza in tutto il globo.

Sicuramente Francesco ha conquistato i cuori di credenti e non credenti, e di chi professa fedi diverse da quella cattolica, per la sua umanità e schiettezza. Per i suoi sorrisi larghi e i suoi abbracci, ...

Leggi tutto

Le mura rassicuranti delle parrocchie e il coraggio di cambiare “location”

scritto da Laura Badaracchi il 05/03/2015 in Rom, Papa Francesco, Bergoglio, Assisi, poveri, parrocchie, missione, recinto, location, conventi, pastorale, luogo, contesto | lascia un commento

messa romIn questo periodo di emergenza abitativa mi piace “pazziare”, parola molto espressiva del dialetto partenopeo di intuibile e immediato significato. “Pazziare” o sognare non costa nulla, è a buon mercato pure in tempi di crisi cronica, se sei in cassa integrazione o disoccupato o sfrattato o se dormi in macchina. Penso al popolo di laici (in cui mi metto anch’io), alla possibilità di venire intercettati e coinvolti da convegni, seminari, incontri, momenti di preghiera organizzati all’interno delle calde e rassicuranti mura delle sale parrocchiali.

Nei luoghi in cui tutti si conoscono e se arriva “uno nuovo” tutti si girano a fissarlo, a squadrarne l’abbigliamento, la postura, il modo di camminare e di stare seduto. Qualcuno può sorridergli, qualcun altro mostrargli il posto migliore dove sedersi per ascoltare e magari una signora anziana – con il pretesto di dargli il benvenuto – può iniziare a raccontargli i suoi problemi ...

Leggi tutto

Lontani dalle chiacchiere dei sacri palazzi, a “perdere tempo” in parrocchia

scritto da Laura Badaracchi il 23/10/2014 in Chiesa, Papa Francesco, Bergoglio, famiglia, credenti, Sinodo, cardinali, feriti, parrocchia, sacri palazzi, Luigi Accattoli, Vino nuovo, Vangelo, Evangelii nuntiandi, Paolo VI | lascia un commento

cardinali

Il Sinodo per la famiglia è stato raccontato da molti vaticanisti in modo romano-centrico, attento solo ai documenti e alle beghe tra i cardinali. Ma se ci si allontana verso le periferie, si scopre chi sta davvero vicino ai feriti dalla vita

Se si guarda il Sinodo per la famiglia da vicino, in modo romano-centrico, prevalgono le correnti, i documenti dibattuti, i voti e le percentuali, le facce perplesse o contrariate di alcuni cardinali e le solite beghe dei “sacri palazzi” tanto enfatizzate da alcuni giornalisti vaticanisti.

Una questione di sguardo e di prospettive. Perché se ci si allontana e si va davvero nelle periferie – quelle tanto citate ma anche tanto vissute da papa Francesco quando era arcivescovo di Buenos Aires –, si scoprono realtà concrete e tentativi pratici di Vangelo: far spazio ai separati in parrocchia, stare vicino ai ...

Leggi tutto

Quei movimenti ecclesiali molto ammanicati, ma allergici ai cani sciolti

scritto da Laura Badaracchi il 05/07/2014 in Chiesa, Comunità, Papa Francesco, Bergoglio, Francesco, disabile, papa, pontefice, parrocchie, credenti, laici, vocazione, clericalizzazione, movimenti ecclesiali, cani sciolti, Mesa, neonato, missione, madri, figli, sacrestie | lascia un commento

papa 1 sdp

(foto: Stefano Dal Pozzolo/Contrasto)

L’appartenenza ecclesiale dovrebbe essere anzitutto fede nel Vangelo annunciato e rivelato da Gesù Cristo nella sua incarnazione, passione, morte e risurrezione. Sì, ci sono i carismi, i doni dello Spirito. Che hanno suscitato movimenti e associazioni a cui aderiscono laici, religiosi e religiose, anche sacerdoti e vescovi. Ma il rischio della clericalizzazione è dietro l’angolo, mentre i credenti laici hanno una vocazione specifica ben importante e scolpita: quella di testimoniare la loro fede, con la vita, nel “mondo”. Cioè nelle situazioni in cui si trovano: a casa, al lavoro, per strada, anche sugli autobus affollati e sui treni senza aria condizionata. Oltre che in parrocchia, naturalmente.

Sembra invece che in qualche caso si diventi “visibili” – nei grandi numeri, nell’informazione mainstream e pure sui social network, per cifre di “mi piace” e retweet – per la dichiarata ...

Leggi tutto

Il papa, la “bambina di pietra” e la corsia preferenziale per i disabili

scritto da Laura Badaracchi il 03/09/2013 in Papa Francesco, Bergoglio, Bea, Beatrice, Gli amici del mondo di Bea, Assisi, Istituto Serafico | lascia un commento

bea-stefania

Domani il pontefice incontra tra gli altri la piccola Bea, rinchiusa “come in un’armatura” a causa di una rarissima malattia allo scheletro. Un altro gesto di Francesco che pungola ogni parrocchia e ogni comunità che voglia essere davvero cristiana

Domani, 4 settembre, papa Francesco incontrerà Bea, tre anni e mezzo, insieme a sua madre Stefania (nella foto) e a suo padre Alessandro.
«Il nostro pensiero sarà quello di portare al Santo Padre non solo le difficoltà di nostra figlia, ma di tutti i bambini malati», hanno dichiarato i suoi genitori, che saranno in piazza San Pietro durante l’udienza generale, in prima fila con la loro piccola. Vicino a loro, tante altre persone disabili e malate con i loro accompagnatori, che al termine dell’udienza il pontefice abbraccerà, benedirà, saluterà uno per volta con tenerezza.

Beatrice ha una malattia allo scheletro ancora sconosciuta, che dall’età di due mesi le sta calcificando ...

Leggi tutto

Ma i cattolici sono pronti ad accogliere la "rivoluzione della tenerezza"?

scritto da Laura Badaracchi il 29/07/2013 in Papa Francesco, papa Bergoglio, Gmg Rio, Varginha, favela, tenerezza | 4 commenti

rio3

A Rio de Janeiro, la scorsa settimana, papa Francesco ha mostrato al mondo cosa intende quando parla di “periferie esistenziali”. Facendo gesti, oltre che pronunciando discorsi. La prospettiva indicata con chiarezza, nella favela di Varginha e all’ospedale San Francesco, di fronte a due milioni di persone sulla spiaggia di Copacabana come davanti al bambino più piccolo, è quella di una rivoluzione basata sulla tenerezza, sugli abbracci, sul curare le ferite dei vicini e dei lontani. Una Chiesa madre, più che maestra, che si fa accanto a tutti. Che mette la testimonianza, l’ascolto, l’accoglienza prima dell’approccio dogmatico e dottrinale.

Davanti alle folle oceaniche della Gmg e a pranzo con i ragazzi di vari carceri minorili di Rio, dialogando con tanta naturalezza e cordialità con la presidente brasiliana ed entrando in una casa della favela, papa Bergoglio è sempre lo stesso. Con il suo sguardo "micro", ...

Leggi tutto