La mia band suona il rock. Cristiano

scritto da Laura Badaracchi il 01/08/2017 in Assisi, Kantiere Kairòs, Jo Di Nardo, musica, piazze, Un passo oltre, marcia francescana, festa del Perdono | lascia un commento

Jo Di Nardo, chitarrista del Kantiere Kairòs, racconta come si può annunciare il Vangelo in musica anche nelle piazze e per le strade. Il loro brano “Un passo oltre” è l’inno della 37a marcia francescana, che culminerà il 2 agosto con la festa del Perdono di Assisi: lo canteranno dal vivo

Kantiere1 

Appena tredicenne già suonava la chitarra alle feste dell'Azione cattolica ragazzi. Perché si può annunciare il Vangelo in musica anche nelle piazze e per le strade. Ne è convinto Jo (Giuseppe) Di Nardo, chitarrista professionista e insegnante. Stasera con la band di rock cristiano Kantiere Kairòs, che ha ideato insieme a suo fratello Gabriele (batterista), suonerà in concerto a Casa Frate Jacopa, delle suore francescane alcantarine, e domani pomeriggio in piazza a Santa Maria degli Angeli, davanti alla basilica della Porziuncola. Ad Assisi, infatti, si celebrerà la festa del Perdono e nella città di ...

Leggi tutto

I miracoli veri, senza effetti speciali, succedono. E non solo a Natale

scritto da Laura Badaracchi il 07/01/2017 in Carcere, migranti, missionari, dialogo, Natale, Musulmani, ospedale, cattolici, miracoli, Africa, social network, virali, Ciad, Sud Sudan, medico, protestanti, paradiso | lascia un commento

SudSudan2Sono fatti che non vengono riportati dai telegiornali e dai canali all-news. Non vanno a finire neppure sui social network per diventare virali. Non destano clamore, né hanno apparenze prodigiose. Eppure i miracoli veri, quelli non eclatanti e senza effetti speciali, succedono. E non solo a Natale. Anche se oggi, 7 gennaio, si celebra il Natale nelle chiese cattoliche orientali e in quelle ortodosse.

Prendo spunto da due fatti raccontati da una missionaria francescana in Ciad e un missionario comboniano in Sud Sudan. Quella terra africana in cui papa Francesco ha voluto aprire il Giubileo della misericordia, nel novembre 2015, e che ha tanto da insegnarci sul dialogo ecumenico e interreligioso vissuto nella quotidianità, con i fatti (tra l’altro è ormai vicina la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, in programma dal 18 al 25 gennaio). In quelle periferie geografiche ed esistenziali la fede suscita miracoli forse ...

Leggi tutto

Auguri “stonati” per riscoprire il vero senso del Natale. Con il presepe vivente di Matera animato da migranti

scritto da Laura Badaracchi il 23/12/2016 in Carcere, Papa Francesco, migranti, Caritas, Natale, Presepe, auguri, detenute, Matera, ultimi, scartati, incarnazione | lascia un commento

presepe matera1Non c’è nulla di poetico o buonistico nell’incarnazione. Sembra un gioco di parole, ma la trovo scarnificante. Un mistero che scava nella carne, la propria e l’altrui, per far cambiare pelle, raschiare via le durezze e le indifferenze stratificate.

Quindi mi unisco volentieri agli auguri "stonati" di Valerio, volontario della Caritas diocesana di Agrigento: «Forse questo augurio suonerà un po’ stonato, ma sento di dovervi fare una confessione: questa atmosfera natalizia mi convince sempre meno, purtroppo. Mentre la città e le case si riempiono di luci e regali, quello che vedo intorno mi dà la misura di quanto questo periodo dell’anno possa essere per alcuni persino doloroso. Uomini e donne marginali, scarti umani, esuberi sociali… per i quali questo Natale sarà un giorno come un altro, se non fosse che la gente intorno a loro apparirà stranamente – e forse persino fastidiosamente – più gioiosa e amabile, ...

Leggi tutto

Missionari italiani in Georgia: minoranza a servizio non solo dei pochi cattolici, ma di tutta la popolazione

scritto da Laura Badaracchi il 01/10/2016 in Papa Francesco, Milano, missionari, fede, Caritas, Vangelo, testimonianza, Georgia, Batumi, Kutaisi, ecumenismo, Roma, Trento, cattolici, minoranza, mensa, ostello | lascia un commento

La Caritas assiste migliaia di cittadini di religione ortodossa, soprattutto anziani e famiglie, attraverso il lavoro di volontari in maggioranza ortodossi. Anche al Consultorio familiare, con l’annesso Centro di aiuto alla vita, accedono donne di ogni religione 

Georgia, terra con una minoranza esigua di cattolici visitata in questi giorni da papa Francesco. Laggiù sono missionari da molti anni Ugo e Wanda, una coppia di amici del Cammino Neocatecumenale che dopo la pensione di lui si è resa disponibile per annunciare il Vangelo. Entrambi hanno studiato il russo e il georgiano e testimoniano con la vita la loro fede, nel dialogo costante con gli ortodossi. Ma volevo saperne di più sui missionari italiani, laici e non, che vivono a Tbilisi e dintorni, come i camilliani e i cappuccini (fra loro padre Filippo Aliata, originario di Fidenza, da tre anni è volato al confine con la Turchia). Italianissimo è anzitutto ...

Leggi tutto

Riflessioni notturne di un prete che vive nei luoghi del sisma

scritto da Laura Badaracchi il 25/09/2016 in fede, parroco, Terremoto, misericordia, Giubileo, sisma, 24 agosto, sacerdote, prete, don Fabio Gammarrota | lascia un commento

Pubblico una mail ricevuta da don Fabio Gammarrota, parroco a Posta e Cittareale (Rieti), a pochi chilometri da Amatrice. Sta vivendo sulla sua pelle, accanto alla sua gente, gli esiti del terremoto del 24 agosto scorso. Ha scritto questo messaggio nelle prime ore del 20 settembre scorso.

donFabio1

Cara Laura sono le 02:10 e ti scrivo...il mio riposo notturno, fortemente segnato è pressoché ridotto a qualche ora,  anche oggi - come spesso da un po di tempo - è stato interrotto da due scosse, forti, ondulatorie - pare 4.1 e 3.7, dicono siano quelle di assestamento - sarà, per me hanno il sapore indescrivibile della polvere e l'odore che ora, come allora, si rifà sentire forte e acre, ti buca lo stomaco e ti riporta per mano a scenari di morte. Il respiro si è fatto silenzioso, nulla deve distrarmi dal cogliere ogni rumore o ...

Leggi tutto

Quell'esercito silenzioso e invisibile dei volontari di madre Teresa. Senza etichette né loghi

scritto da Laura Badaracchi il 02/09/2016 in Papa Francesco, poveri, volontari, madre Teresa, missionarie della carità, santa | lascia un commento

mTeresa

D’accordo, prima vengono loro, le Missionarie della carità fondate da madre Teresa, proclamata santa il 4 settembre. Con il sari bianco orlato di blu, il crocifisso sulla spalla, vivono le loro giornate pregando e servendo i poveri. Ma accanto a loro, intorno a loro, un esercito silenzioso di volontari senza etichette né gerarchie. Persone affascinate dalla santa di origine albanese, o dal suo carisma, che sostengono la sua opera nel mondo con donazioni di denaro, di abiti e cibo, di detersivi e quanto è necessario per l’igiene personale, di passaggi in macchina e biglietti aerei. Rendono possibile l’agire continuo della Provvidenza con i loro portafogli ma soprattutto con le loro mani, braccia, piedi, volti. Sposano gli ideali della Madre pur restando nel mondo, non professando i voti religiosi e non vivendo h24 con i poveri. Però spendono brandelli del loro tempo, delle loro energie, della loro passione, ...

Leggi tutto

Raccolta fondi, chi fa da sé fa per tre: la Chiesa dei "campanili"

scritto da il 26/08/2016 in nessun tag | lascia un commento

terremoto1Non voglio entrare nella sterile (e strumentale) polemica su noi/loro, visto che molti migranti si sono messi a disposizione dei terremotati in Centro Italia e che alcuni hanno addirittura salvato nell’immediatezza nostri connazionali sepolti dalle macerie delle loro case. Decido invece di entrare a gamba tesa sulla questione degli aiuti e della raccolta fondi. Senza dubitare della buona fede di chi scende in campo per aprire conti pro terremotati e raccogliere materiali da inviare o portare sui luoghi del disastro, mi sembra che stia prevalendo come non mai la logica del “chi fa da sé fa per tre” anche in ambito ecclesiale. La Chiesa dei campanili, singoli, si dimostra incapace di fare squadra – come il Paese – nella raccolta fondi. Creando confusione, perplessità, incertezze.

La Conferenza episcopale italiana ha indetto una colletta in tutte le parrocchie per domenica 18 settembre in concomitanza con il 26° Congresso eucaristico ...

Leggi tutto

Pari opportunità nella Commissione vaticana sul diaconato femminile: 6 donne e 6 uomini

scritto da il 03/08/2016 in nessun tag | lascia un commento

papa Francesco diaconato

Sembra che i membri della nuova Commissione per lo studio del diaconato femminile, istituita ieri da Papa Francesco, siano saltati sulla sedia alla notizia: sono arrivati prima gli auguri di amici e conoscenti della comunicazione ufficiale. Ma tant’è: dal 2 agosto è una realtà la Commissione di studio sul diaconato femminile, che il pontefice argentino aveva annunciato di voler costituire il 12 maggio scorso. In due mesi e mezzo l’ipotesi formulata davanti alla platea di 900 superiore generali di suore, e da loro stesse sollecitata, è diventata una realtà.

E si tratta di una novità assoluta nella storia ecclesiale, anche per quanto riguarda la composizione stessa del gruppo: 6 donne e 6 uomini, con un rispetto assoluto delle pari opportunità. Le italiane sono 3: suor Mary Melone, francescana e rettore della Pontificia Università Antonianum; Michelina Tenace, docente di teologia fondamentale alla Gregoriana (l’ateneo pontificio ...

Leggi tutto

Per non dimenticare le vittime di Corato-Andria: non solo preghiere, ma un fondo per le loro famiglie

scritto da il 17/07/2016 in nessun tag | lascia un commento

CoratoPassati i funerali, si tendono ad archiviare rapidamente nel dimenticatoio le vittime, per esorcizzare la morte e i problemi che l’hanno causata. Succederà anche con la tragedia sulla linea ferroviaria Corato-Andria, fagocitata ben presto mediaticamente dalla strage di Nizza e dal golpe fallito in Turchia. Una situazione critica fagocita l’altra, nel circo mediatico. E sulla ribalta delle prime pagine finiscono fatalmente gli ultimi orrori della cronaca. I credenti organizzano veglie di preghiera, credenti e non credenti costruiscono quegli altari laici fatti di peluche e lumini e fiori. Poi tutto sembra scivolare nella retorica, e ancora più rapidamente nell’oblio.

Non può essere così per chi crede nella risurrezione e nel fatto che siamo, realmente, fratelli e sorelle. I parenti non lasciano da soli i propri cari che hanno vissuto un lutto inspiegabile, improvviso, violento. E le preghiere, da sole, non possono e non devono bastare. Per questo mi ha ...

Leggi tutto

Diaconato femminile: ritorno al futuro?

scritto da Laura Badaracchi il 14/05/2016 in Chiesa, Papa Francesco, Vangelo, donne, diaconato, femminile, diaconesse, Chiesa primitiva | lascia un commento

Non è un mistero per nessuno che Gesù abbia voluto manifestarsi risorto, per primo, a una donna: Maria di Magdala. Alcuni malignano che l’abbia fatto perché le donne parlano molto e così sarebbe stato sicuro della diffusione rapida della incredibile notizia. Fatto sta che due millenni fa le donne avevano ruoli di primo piano nella Chiesa delle origini e la loro presenza importante è attestata e diffusa; san Paolo nella Lettera ai Romani parla esplicitamente di Febe come diacono, ministra, al pari dei diaconi uomini. Quindi non dovrebbe stupire l’annuncio di Papa Francesco di voler istituire una Commissione che approfondisca la questione. Invece le sue parole hanno suscitato clamore all’interno della compagine ecclesiale. Perché oggi le donne sono soltanto laiche e i laici hanno scarsissimo peso nelle decisioni e nei meandri gerarchici. La Chiesa, sostantivo femminile, è governata da uomini, mentre i fedeli sono costituiti per la maggioranza da donne. Ma ...

Leggi tutto